Franco Albini L’appartamento di un amatore d’arte libro (1953-1955) – Silvana Editoriale

SKU: ISBN 9788836632398

12.00

Disponibile su ordinazione

[Autore: Piero Boccardo]
Palazzo Rosso, primo dei Musei di Strada Nuova, per due secoli è stato la più bella dimora della famiglia Brignole-Sale ed è divenuto museo pubblico nel 1874 per scelta degli ultimi proprietari. Il volume ripercorre nello specifico la sua ultima fase abitativa, quando già era proprietà comunale, ovvero il momento in cui Albini sistemò l’alloggio dell’allora Direttore dei musei civici: quell’ “appartamento di un amatore d’arte” – così venne divulgato nel 1955 su una delle più prestigiose riviste di architettura del tempo – che ha influenzato in maniera significativa i modi dell’abitare moderno.

 

Palazzo Rosso, primo dei Musei di Strada Nuova, per due secoli è stato la più bella dimora della famiglia Brignole-Sale ed è divenuto museo pubblico nel 1874 per scelta degli ultimi proprietari. Maria Brignole-Sale De Ferrari, duchessa di Galliera, che sottoscrisse l’atto di donazione al Comune di Genova, volle configurarlo come una sorta di monumento alla propria stirpe. Divenuto, dopo la Seconda guerra mondiale, un caposaldo della museologia per merito dell’allestimento di Franco Albini, l’edificio è celebre per la decorazione a fresco seicentesca del secondo piano nobile, per i capolavori della pittura italiana ed europea, e per i lussuosi arredi settecenteschi. Il volume ripercorre nello specifico la sua ultima fase abitativa, quando già era proprietà comunale, ovvero il momento in cui Albini sistemò l’alloggio dell’allora Direttore dei musei civici: quell’ “appartamento di un amatore d’arte” – così venne divulgato nel 1955 su una delle più prestigiose riviste di architettura del tempo – che ha influenzato in maniera significativa i modi dell’abitare moderno.

+

Design philosophy di MM Company

La nostra design philosophy parte da un assunto: il buon prodotto deve essere frutto della qualità della ricerca, dell’analisi, dell’approfondimento, dello spirito critico. Ovvero ciò che noi chiamiamo consulenza creativa. Un product designer deve avere un metodo creativo che lo aiuti a comprendere la società multiforme nella quale vive, immergendolo in realtà che ci piace definire caleidoscopica.

leggi di più

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 17 × 24 cm
Materiale

Brossatura con alette

Pagine

64

Lingua

Italiano

Anno

2015

 

caleido_silvana editoriale

Silvana Editoriale fu fondata nel 1948 da Amilcare Pizzi (così chiamata in ricordo della figlia Silvana, prematuramente scomparsa nel 1944) il quale sviluppò, con impegno e passione, le attività della casa editrice pubblicando volumi di grande pregio. Dalla metà degli anni novanta, la casa editrice ridefinisce la sua strategia editoriale e inizia un percorso di crescita e sviluppo sul mercato nazionale e internazionale, principalmente nei settori dell’arte, del design, dell’architettura e della fotografia, il tutto documentato dal catalogo disponibile sul sito. Oggi Silvana Editoriale pubblica oltre 400 titoli l’anno negli ambiti di arte antica, arte moderna e contemporanea, architettura, design, fotografica e grafica pubblicitaria e lavora in collaborazione con Fondazioni, Istituti di ricerca, Università e Musei presenti principalmente in Europa, negli Stati Uniti e in Medio Oriente.