FROM MM AWARD

MM Award 2022: vincitori Product design

MM Award 2022: ecco i vincitori della categoria Product Design. MM award è l’International creative award promosso dall’agenzia di consulenza creativa MM Company per premiare e promuovere i creativi e aziende/studi/collettivi più promettenti negli ambiti del Fashion Design, Product Design e Interior Design.

gold prize – studenti

POMPEI SILVIO con il progetto “Ghirigoro”

L’obiettivo perseguito è l’esplorazione delle potenzialità prestazionali ed espressive del sughero, un materiale sorprendente e altamente sostenibile, spesso limitatamente lavorato in prodotti per sottrazione dal solido e senza una valorizzazione delle qualità estetiche offerte dalla ricchezza delle specie disponibili e dalle diverse lavorazioni. L’obiettivo è quindi quello di raggiungere il massimo grado di sostenibilità andando oltre la semplice scelta dei materiali e ottimizzando l’intero ciclo di vita attraverso la semplificazione dei processi. La chaise longue è quindi composta da un unico foglio di sughero arricciato e stretto da bulloni. L’oggetto monomaterico diventa così rigido e strutturale piuttosto che flessibile ed ergonomico, laddove necessario. Il motivo organico dell’imbottitura arricchisce il prodotto ispirandosi al ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt ed è realizzato con un patchwork di tappi di sughero del catalogo “CorkArt”.
Pompei Silvio
Ghirigoro
gold prize – professionisti/liberi professionisti

ZOTTI ALBERTO con il progetto “LEM Stool”

 

Questo sgabello su misura in faggio e metallo annerito è stato sviluppato al ritorno da un periodo trascorso a Seattle. È stato fortemente influenzato dal design del Pacific Northwest e declinato secondo la lingua italiana del Nord-Est. La struttura delle gambe è composta da quattro coppie di supporti in legno che si incontrano al centro senza toccare la seduta fino alla fine. La struttura è rinforzata da un elemento interno, un “biscotto” in acciaio che aiuta a ridistribuire le tensioni e impedisce alle gambe di allargarsi. Bulloni e viti tengono uniti tutti gli elementi. Per conferire la giusta finitura al metallo e ottenere una tonalità nero seta è stata utilizzata una soluzione di azzurratura a freddo. Il design dello sgabello è un esempio di una ricerca più ampia. Tutti gli elementi che formano lo sgabello “LEM” sono isolati e ricomposti, rendendo chiara la loro funzione. Non ci sono elementi nascosti. Osservando lo sgabello “LEM” da diverse angolazioni, ogni pezzo è visibile e riconoscibile.
Zotti Alberto
LEM Stool
gold prize – aziende/studi/collettivi

SLOOPARREDI con il progetto “Golfo”

 

“Golfo” nasce dal desiderio di progettare un mobile versatile, sostenibile e innovativo, ma allo stesso tempo semplice da assemblare. “Golfo” racchiude l’essenza del Made in Italy: dalla fase di studio, passando per la produzione e l’imballaggio, tutto è realizzato in Italia. Un design essenziale in cui la cura dei dettagli e la sostenibilità si fondono per dare vita a un arredo che rispecchia la personalità di chi lo vive ogni giorno e rispetta l’ambiente. Il prodotto, realizzato in metallo, elemento riciclabile al 100%, non ha un solo punto di saldatura e vengono utilizzate solo verniciatura a polvere. Inoltre, ogni singolo elemento è un pezzo unico, tutto questo permette una minore emissione di CO2, di altri inquinanti durante la lavorazione e una maggiore tutela dell’ambiente. In controtendenza, si presenta come un sistema innovativo grazie all’introduzione di doghe metalliche, composte da un foglio sottile, opportunamente piegato, che garantisce flessibilità, comfort e resistenza.
SLOOPARREDI
Golfo
silver prize – studenti

POMPEI SILVIO con il progetto “Clutch”

I contenitori usa e getta sono ovunque nella società di oggi. Li usiamo per conservare cibo e saponi, per mantenere fresche le nostre bevande, per riscaldare il nostro pranzo. Oggi più che mai è necessario ripensare il comportamento di aziende e consumatori incoraggiando modelli virtuosi a favore di uno stile di vita più sano e sostenibile. “Clutch” propone un nuovo tipo di accessorio compatibile con il movimento slow living che sostituisce le bottiglie di sapone usa e getta. Il prodotto è infatti sia un’elegante borsa da passeggio per il trasporto e l’acquisto di gel doccia sfusi, sia un elegante organizer da appendere direttamente nella doccia per l’erogazione dei saponi. La borsa è composta da tre scomparti che sono tre flaconi ricaricabili indipendenti, differenziati per forma, matericità e consistenza. Questi contenitori sono predisposti per contenere in sequenza i tre saponi utilizzati nel rituale della doccia e quindi shampoo, gel doccia e balsamo.
Pompei Silvio
Clutch
silver prize – professionisti/liberi professionisti

CHIOCCHETTA MANUEL con il progetto “Fluida sideboard”

“Fluida sideboard” cerca di esprimere il concetto di divenire, ovvero l’eterno cambiamento e l’evoluzione della realtà nel tempo, con forme sinuose e dinamiche. La vernice metallizzata color oro esalta i movimenti e il dinamismo delle ante. Si tratta di una credenza il cui design porta con sé diversi aspetti innovativi, come la fabbricazione additiva, la possibilità di riciclare il materiale e l’alto potenziale di espressione artistica garantito dalla tecnologia di stampa tridimensionale. La scelta di utilizzare una tecnologia di stampa FDM in pellet di PLA, un materiale ecologico e riciclabile ricavato dalla soia, risponde all’esigenza di realizzare prodotti attraverso una filiera il più possibile ecosostenibile, riducendo al minimo gli sprechi di materiale. Il valore aggiunto al design attraverso questo approccio è la libertà di espressione nelle forme e nei materiali, altrimenti molto difficili da ottenere con le tecniche di produzione tradizionali.
Chiocchetta Manuel
Fluida sideboard
silver prize – aziende/studi/collettivi

Carrara Vittoria, Cosimo Francesca, Gargiulo Maria, Incoronato Liliana, Tufano Luigi con il progetto “In Slide Out”

L’obiettivo di “In Slide Out” è quello di creare un’area personale adatta alle attività di lavoro e di apprendimento, siano esse svolte a casa o in ufficio. La struttura, caratterizzata da un sistema estensibile e versatile, è composta da quattro elementi che, scorrendo tra loro, permettono di ampliare l’area di lavoro, caratterizzata da superfici di appoggio, di stoccaggio e di seduta. Lo scorrimento permette di ritrarre il sistema per occupare uno spazio limitato. Le persone possono quindi utilizzare l’oggetto sia esteso sia chiuso, sfruttando in entrambe le configurazioni le geometrie predominanti. I motivi ricorrenti del progetto sono lo scorrimento degli elementi planari e i giunti modulari. La palette cromatica scelta per il progetto punta su colori vivaci e contrastanti per consentire la riconoscibilità dell’oggetto all’interno di un ambiente.
Carrara Vittoria, Cosimo Francesca, Gargiulo Maria, Incoronato Liliana, Tufano Luigi
In Slide Out
bronze prize – studenti

BUZZATTI SARA con il progetto “Round chair”

Gli elementi geometrici combinati con l’uso di linee curve creano “Round chair”, una sedia elegante e raffinata, ideale per spazi contract di lusso. Curata nei minimi dettagli, è comoda e avvolgente grazie all’imbottitura di tutta la struttura e l’uso di due piedini ovali in ottone conferiscono a “Round chair” un’immagine contemporanea e sofisticata.
Buzzatti Sara
Round chair
bronze prize – professionisti/liberi professionisti

LAFRONZA DAVIDE con il progetto “Metro – Milano”

Decostruita e capace di esprimere leggerezza nella sua complessità, “Metro – Milano” può essere osservata da tutte le sue angolazioni. Anche il punto di vista ne modifica in qualche modo l’aspetto, lasciando l’osservatore quasi disorientato, come quando si legge una mappa al contrario. Il lampadario è un chiaro riferimento alla fantastica opera di ingegneria e design che attraversa le strade sotterranee della città, una macchina inarrestabile che quest’anno accoglie la nuova linea M4.
Lafronza Davide
Metro – Milano

Per scaricare il Regolamento della prossima edizione e candidarti, clicca qui. Per scoprire i vincitori delle altre categorie, clicca qui.

No products in the cart.