FROM MM AWARD

MM Award 2022: vincitori Fashion design

MM Award 2022: ecco i vincitori della categoria Fashion Design. MM award è l’International creative award promosso dall’agenzia di consulenza creativa MM Company per premiare e promuovere i creativi e aziende/studi/collettivi più promettenti negli ambiti del Fashion Design, Product Design e Interior Design.

gold prize – studenti

BONANNO MAIDEL con il progetto “Ode alle Amazzoni”

“Ode alle Amazzoni” è una collezione che rende omaggio alle Amazzoni, icone dell’empowerment femminile. Nella mitologia greca, le Amazzoni erano donne guerriere, note per le loro abilità equestri, il loro coraggio e il loro orgoglio. La concezione originaria delle Amazzoni è molto diversa dalla concezione odierna, ma questo dimostra la forza del loro “mythos” nell’attualizzazione della propria immagine, la capacità di adattarsi e modificare il loro riflesso attraverso il tempo e gli eventi, anche in settori inaspettati della società, ma sempre in linea con il concetto di indipendenza dal soggetto maschile. Non come un privilegio, ma come un diritto. Gli elementi chiave di questa collezione sono i cavalli, simbolo di libertà assoluta, e le Amazzoni, simbolo di forza e indipendenza. Questa collezione è caratterizzata da valori come l’indipendenza, l’emancipazione femminile, il coraggio, il rispetto e l’amore per la natura. Ogni cavalcata è un viaggio soprattutto fisico ed emotivo, il percorso migliore è quello che può trasformare e rendere spiritualmente liberi.
Bonanno Maidel
Ode alle Amazzoni
gold prize – professionisti/liberi professionisti

MARAGNO GIULIO con il progetto “MARAGNO”

Il concetto principale su cui si basa la filosofia creativa di Giulio Maragno è l’espressione spontanea della libertà e dell’unicità individuale, al di fuori di qualsiasi catalogazione di genere o convenzione. È così che il progetto si definisce genderless. Lo stile è dettato da morbide linee oversize di ispirazione homewear, combinate ad un piacevole sapore anni Ottanta e la qualità del lusso Made in Italy. L’obiettivo è rivolgere lo sguardo, un po’ nostalgico, a cose tanto semplici quanto belle che riprendono forme avvolgenti, come gli abbracci. Gli abiti sono disegnati in modo sartoriale, utilizzando tessuti di qualità: cashmere, lana e seta, con particolare attenzione al concetto di “upcycling”.
Maragno Giulio
Maragno
gold prize – aziende/studi/collettivi

THE DUO con il progetto “Amara meraviglia”

Il progetto “Amara meraviglia” consiste in una collezione che si sviluppa partendo dall’evidenziazione delle emozioni suscitate durante il percorso della gravidanza, un percorso intimo e personale, arrivando a concentrarsi sull’emozione del parto e dell’arrivo di una nuova vita. La chiave è riuscire ad applicare qualcosa di puramente emotivo e concettuale in un progetto concreto ed estremamente materiale: il tessuto è al centro del progetto e la sua lavorazione, così come la scelta dei materiali, nasce dalla necessità delle designer di condividere la propria visione della realtà e di far sì che sia l’abito, e non le parole, a comunicare forza emotiva.
The Duo
Amara meraviglia
silver prize – studenti

LICCARDI ROSA con il progetto “Tellurica – L’art e fa’ succerere”

“Tellurica – L’art e fa’ succerere” nasce dall’idea di coniugare le origini con la passione, in una prospettiva moderna e innovativa che guarda allo sviluppo sostenibile. Tre le forme di energia: geotermica, elettrica ed emozionale. La prima deriva dalle origini della designer e, in particolare, dalla città di Pozzuoli (Italia), interessata dal fenomeno del bradisismo dei Campi Flegrei. La seconda dal lavoro del padre della designer, un elettrauto, da cui parte l’idea di riutilizzare i cavi elettrici dismessi. Il terzo riguarda la passione per la sartoria e, in particolare, per le giacche. L’anima di rame viene estratta dai cavi elettrici, poi pulita e segmentata per ottenere elementi di ricamo. Un progetto che, nella scelta dei tessuti, degli elementi da ricamare e del processo produttivo, guarda ai valori dell’economia circolare e ai principi dell’upcycling.
Liccardi Rosa
Tellurica - L'art e fa' succerere
silver prize – professionisti/liberi professionisti

TERENZI FABIANA con il progetto “MAPPERÒ”

In italiano “Mapperò” è il futuro semplice del verbo /map-pà-re/ cioè disegnare, costruire una mappa. Inoltre, in italiano /ma però/ sono entrambe congiunzioni con significato delimitativo ed evocativo. Ed infine /màp-pa/ è anche la proiezione grafica di una porzione di territorio. “Mapperò” parla di luoghi, passati, presenti e futuri. “Mapperò” è la fodera stampata a mano e decorata con motivi originali ricavati da mappe stilizzate della città. “Mapperò” è l’impermeabile sapientemente realizzato a mano con tessuti riciclati di alta qualità provenienti da rimanenze di magazzino.
Terenzi Fabiana
Mapperò
silver prize – aziende/studi/collettivi

ANTHUSE

“Anthuse” nasce a Milano nel 2020 dall’amicizia tra Anna Fabro e Paola Smania. Lavorando entrambe per l’industria italiana della moda di lusso, hanno sentito il bisogno di esprimere la loro creatività e di mettere in pratica ciò che avevano imparato. Mescolando tessuti pregiati come la seta con quelli sportivi più tecnici – grazie all’esperienza dei laboratori di produzione italiani – hanno sviluppato la loro prima collezione, “Chapter One”. “Anthuse” è un “Inno alla fioritura”, un progetto fuori stagione che traduce un viaggio interiore di crescita e scoperta, in abiti stampati e vibranti. Una fioritura personale e interiore, ma anche esterna. La scelta del marchio di abbracciare il Made in Italy è il risultato di tutte le conoscenze tecniche e lavorative che Anna e Paola hanno accumulato nei loro anni di lavoro. Un marchio slow fashion, con lo scopo di rispettare le persone che ci lavorano e l’ambiente. In futuro la speranza è di evolvere con nuove stampe e progetti, migliorando l’impatto ecologico, con un occhio di riguardo all’innovazione.
Anthuse
Anthuse
bronze prize – studenti

NACCI LUCA con il progetto “DOGMA22”

“Dogma22” rappresenta le nuove regole per un futuro più responsabile nel mondo della moda. La collezione deve avere un messaggio inerente alla vita quotidiana. “L’abito deve essere indossabile. L’abito deve poter durare nel tempo […]”. La capsule collection è una reinterpretazione di abiti sartoriali vintage in chiave contemporanea, attraverso artisti e forme d’arte con l’obiettivo di dare un po’ di ordine a questo caos. La Generation Z ricostruisce il dialogo tra il vecchio e il nuovo. Il 90% dei componenti utilizzati per creare la collezione sono ricavati dalle rimanenze di magazzino invendute. Agugliatura manuale, pied de poule per i tre cappotti, realizzata da Piero Forza Giovane. Un capo di alta qualità, per ogni occasione, con uno stile senza tempo.
Nacci Luca
Dogma22
bronze prize – professionisti/liberi professionisti

MITRANI YARDEN con il progetto “OCEAN”

La nuova collezione “Ocean” di Yarden Mitrani è stata sviluppata e creata per sostenere il movimento del “Climate Change”. La collezione è incentrata sul tema “Barriere coralline e coralli” e da qui il nome “Ocean”. La collezione è 100% sostenibile, realizzata con materiali riciclati al 100%, fibre naturali, ecologiche e innovative. La collezione è composta da 20 capi che creano 13 look totali. Alcuni dei tessuti hanno superato processi di tintura e plissettatura unici. I tessuti sono stati tinti con colori naturali e colori certificati secondo le normative UE. Per Yarden la moda è un grande mezzo di comunicazione e per questo ha voluto sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso la sua collezione. I clienti che acquisteranno questi abiti non solo si distingueranno per la loro unicità e bellezza, ma li indosseranno anche per sostenere un movimento così importante come il cambiamento climatico.
Mitrani Yarden
Ocean
bronze prize – aziende/studi/collettivi

ATANA Designs Ltd con il progetto “THE NEW OLD”

L’artigianato ha sempre giocato un ruolo essenziale nel mondo di Atana. Nell’ambito di questa collezione, Atana ha cercato di sviluppare texture tradizionali come l’uncinetto, sperimentando una nuova direzione con un approccio senza tempo. La sfida è stata quella di dare a queste tecniche tradizionali un senso di design contemporaneo, trasformando le silhouette tradizionali in una moderna espressione di stile. La ricerca di Treir li ha portati alle vecchie collezioni tessili artigianali della loro famiglia, che hanno rivelato un incredibile patrimonio di texture e forme. Come nuovo marchio indipendente, hanno lavorato duramente per produrre scarpe che si basassero sul loro patrimonio e rappresentassero la loro espressione nel settore della moda. Il processo li ha portati dal collage di vecchi pezzi di uncinetto in un approccio completamente digitale alla campionatura a mano di tecniche di ricamo per testare texture ed effetti, dando a questo vecchio mestiere un aspetto molto nuovo e urbano. Le nuove forme che ne sono scaturite sono altamente strutturate, rinvigorenti e uniche.
Atana Designs Ltd
THE NEW OLD
special mention – “made in italy is”

ANTHUSE

“Anthuse” nasce a Milano nel 2020 dall’amicizia tra Anna Fabro e Paola Smania. Lavorando entrambe per l’industria italiana della moda di lusso, hanno sentito il bisogno di esprimere la loro creatività e di mettere in pratica ciò che avevano imparato. Mescolando tessuti pregiati come la seta con quelli sportivi più tecnici – grazie all’esperienza dei laboratori di produzione italiani – hanno sviluppato la loro prima collezione, “Chapter One”. “Anthuse” è un “Inno alla fioritura”, un progetto fuori stagione che traduce un viaggio interiore di crescita e scoperta, in abiti stampati e vibranti. Una fioritura personale e interiore, ma anche esterna. La scelta del marchio di abbracciare il Made in Italy è il risultato di tutte le conoscenze tecniche e lavorative che Anna e Paola hanno accumulato nei loro anni di lavoro. Un marchio slow fashion, con lo scopo di rispettare le persone che ci lavorano e l’ambiente. In futuro la speranza è di evolvere con nuove stampe e progetti, migliorando l’impatto ecologico, con un occhio di riguardo all’innovazione.
Anthuse
Anthuse

Per scaricare il Regolamento della prossima edizione e candidarti, clicca qui. Per scoprire i vincitori delle altre categorie, clicca qui.

No products in the cart.