BAZAAR

Objets trouvés da Lisbona

Caleido racconta il Diario di viaggio da Lisbona a caccia di Objets trouvés. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter su Caleido Shop

Diario di: @magalinimarco

1. Se dovesse scrivere un Diario di viaggio dal viaggio in Portogallo, quale sarebbe il suo titolo? Cosa significa per Lei questo titolo?

“Meter o Rossio na Betesga” (letteralmente “Mettere Rossio nella Betesga”) è una delle espressioni che mi ero appuntato nel mio diario di viaggio durante la visita a Lisbona. Betesga è la strada più corta della città (appena 10 metri) mentre Rossio è una grande piazza. Questa frase si usa dunque quando si vuol dire che un posto è troppo piccolo per il numero di oggetti o persone che ci si vuol far stare, un po’ come gli stili di Lisbona (e del Portogallo). Troppi per essere racchiusi in una sola cartolina.

CaleidoPostcard_Portugal_20
2. Se in questo momento, dal suo “viaggio”, dovesse inviare una cartolina, a chi la invierebbe? Che messaggio scriverebbe?

La invierei ai figli piccoli dei miei amici, nella speranza di fargli provare quello stesso sentimento di stupore, curiosità ed eccitazione di quando, da piccolo, d’estate, ricevevo una cartolina e la rigiravo per scoprirne il mittente. Tutte quelle cartoline hanno contribuito ad accrescere in me stesso, allora bambino, il desiderio di viaggiare e di scoprire mondi diversi dal mio.

3. Qual è un Suo oggetto che Le ricorderà questo “viaggio”? Qual è il ricordo legato ad esso?

Faccio fatica a sceglierne solo uno. In particolare sono rimasto affascinato dalle tantissime cartoline (e forse questa rubrica è una eredità di questo ricordo) in vendita nei tanti mercatini delle pulci tra Lisbona e Porto. Durante questo viaggio abbiamo acquistato vari oggetti, ora in vendita nella sezione “Objets trouvés” del Caleido Shop.

No products in the cart.