PEOPLE

Caleido intervista Leandro Cano fashion designer

Caleido intervista Leandro Cano, fashion designer e direttore creativo dell’omonimo brand spagnolo. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter

 

Diario di: @leandrocano

#CaleidoPerspectives
10 tematiche di conversazione, affrontate da prospettive differenti, per esplorare la realtà tramite una visione caleidoscopica

Ph. @antoniocorderofotografo
1. Lei è originario della Spagna. Quali aspetti della sua terra d’origine l’hanno maggiormente plasmata? Immaginando di esporre tutte assieme, in un’unica stanza, le sue collezioni, quali sono gli elementi culturali che emergerebbero con maggior intensità e costanza?

Il mio lavoro è molto caratteristico perché cerco di utilizzare tutto l’artigianato spagnolo nelle mie creazioni. Ho un grande rispetto per gli artigiani e il loro lavoro, quindi, sto cercando, in ogni stagione, di utilizzare qualsiasi tecnica artigianale e recuperare quella di una volta.

Inoltre, le mie realizzazioni sono caratterizzate dalle stampe. Sono tutte disegnate da noi e molte di queste rappresentano paesaggi del mio Paese. La cultura popolare spagnola è sempre parte dell’ispirazione nelle mie collezioni, quindi, se osserviamo tutta la mia collezione, sicuramente vediamo molti codici spagnoli interpretati dal mio punto di vista.

caleidodiary_people_leandrocano_4
Ph. @yosigo_yosigo
caleidodiary_people_leandrocano_3
Ph. @juanlucoimbra
2. Cosa ha significato, all’inizio della sua carriera, essere un fashion designer nel suo Paese? Ci sono degli episodi, degni di essere annotati in un Diario, che ricorda con maggior intensità?

Sono nato in un piccolo villaggio nel sud dell’Andalusia, Ventas del Carrizal, Jaen. All’inizio nessuno capiva perché volessi fare moda, visto che ho studiato fotografia e design grafico, ma ho trovato nella moda il mio modo di esprimermi. La mia carriera è stata in parte molto dura, ma ho anche trovato la felicità nel mio lavoro.

Ci sono molte storie che potrei raccontare, ma voglio ricordare quando ho vinto il premio “Designer of Tomorrow” ospitato da Marc Jacobs, e ho avuto la possibilità di lavorare con lui a NY. È stato l’inizio della mia carriera internazionale.

Ph. @antoniocorderofotografo

3. Quali crede siano i cambiamenti più profondi che il settore della moda sta vivendo oggi? In che modo i talenti di nuova generazione stanno contribuendo a queste evoluzioni?

Penso che ci sia un nuovo modo di intendere la moda basato sulla sostenibilità. Ora la gente è più consapevole dell’ambiente e di come la moda lo possa danneggiare. Grandi produzioni, comprare vestiti solo per usarli una volta… Penso che la gente voglia cambiare, e la nuova generazione di designer è il riflesso della società. Ora sono tutti più preoccupati della tracciabilità dei tessuti, di sapere se i tessuti sono riciclati o meno, o di usare nuovi tessuti come il poliestere riciclato.

caleidodiary_people_leandrocano_15
Ph. @antoniocorderofotografo
caleidodiary_people_leandrocano_11
Ph. @antoniocorderofotografo
caleidodiary_people_leandrocano_9
Ph. @manuel_braun_photographe
4. Quali crede siano i temi sociali più forti che la società contemporanea sta affrontando? Ci sono delle battaglie che le stanno più a cuore?

Dopo il COVID tutto è più complicato di prima. Ora l’industria della moda è in un momento difficile, perché sembra che dopo la pandemia, la mentalità della gente stia cambiando. Le regole che seguivamo prima non funzionano più, quindi è come una grande tela bianca e noi abbiamo la responsabilità di riscrivere tutto da zero.

Purtroppo, fuori dall’industria della moda, ci sono molte battaglie… Per me, l’inclusione delle donne anziane nel mercato del lavoro è una delle mie preoccupazioni. Per questo motivo, abbiamo creato alcuni anni fa un’associazione di donne anziane che realizzano i nostri capi a maglia e ricamo. Insegnano alle giovani generazioni queste tecniche artigianali, e allo stesso tempo guadagnano il loro stipendio.

caleidodiary_people_leandrocano_14
Ph. @michele_yong
5. Uno dei temi maggiormente presenti nella discussione odierna riguarda l’approccio sostenibile della moda. Non solo dato dalla naturalità dei tessuti, ma anche da un approccio che sfocia nei processi produttivi, contenuti etici o sociali. Qual è il suo approccio in questo ambito?

Lavoriamo solo con piccoli laboratori, che in molti casi hanno una o due sarte. Cerchiamo di collaborare con fornitori locali e, come ti ho detto prima, creiamo l’associazione delle donne anziane.

Ph. @juanlucoimbra
Ph. @juanlucoimbra
6. Il suo lavoro è intriso di cross-cultural references, facendo di lei un talento da seguire. Se dovesse individuare 5 referenze (anche al di fuori dalla moda) che la descrivono, da ricercare su Instagram, quali sarebbero?

Marc Jacobs @marcjacobs

Alexander McQueen @alexandermcqueen

Estrella Morente @morente.estrella

Miguel Adrover @migueladroverofficial

Rossy de Palma @rossydpalma

Ph. @antoniocorderofotografo
Ph. @juanlucoimbra
7. Recentemente, un ospite di Caleido ha detto che nel mondo contemporaneo non c’è più bisogno di nuovi “simboli” (che per la moda sono invece sempre stati centrali): ciò che serve è invece che i creativi si concentrino sul trovare soluzioni efficaci per tutelare l’ambiente e la natura. È d’accordo?

Sono d’accordo sul trovare soluzioni efficaci per proteggere l’ambiente, ma credo anche che gli esseri umani abbiano bisogno di trovare simboli ovunque si trovino. I simboli sono la nostra ispirazione, sono il nostro riferimento. Viviamo in un mondo con una grande diversità, e tutti hanno bisogno di qualcosa in cui credere e in cui identificarsi.

caleidodiary_people_leandrocano_17
Ph. @antoniocorderofotografo
caleidodiary_people_leandrocano_16
Ph. @antoniocorderofotografo
8. Da creativo di nuova generazione, che definizione darebbe al concetto di lusso?

Il lusso è ciò che ci rende felice ma che non si può sempre avere. È qualcosa di unico e speciale, di irripetibile.

caleidodiary_people_leandrocano_8
Ph. @juanjerez
9. Che definizione darebbe al concetto di romanticismo? E di amore?

Il romanticismo per me significa sentire le farfalle nello stomaco, l’amore è qualcosa o qualcuno che vuoi per il resto della tua vita.

caleidodiary_people_leandrocano_10
Ph. @madameoliviadacosta
10. Qual è un oggetto della sua casa al quale non rinuncerebbe mai? Qual è il ricordo legato ad esso? Ci manda una foto scattata da lei?

I migliori ricordi della mia vita sono nella mia testa, e sono momenti con persone speciali della mia vita, specialmente la mia famiglia e mia nonna Carmen. Se devo pensare ad un oggetto ho molti pezzi di ricami che mia nonna ha fatto prima di morire… saranno con me per tutta la vita.

caleidodiary_people_leandrocano_20

No products in the cart.